Primi passi nel cuore di Porto e Vila Nova de Gaia

Primi passi nel cuore di Porto e Vila Nova de Gaia

postato in: News | 0

Cominciate la giornata dirigendovi verso il quartiere Boavista, dove, nel 2005, è stata inaugurata la scultorea Casa da Música progettata dall’archistar olandese Rem Koolhaas. Concepito come uno spigoloso e solitario poliedro in calcestruzzo bianco, questo spettacolare auditorium si è ben presto imposto come simbolo della nuova Porto e fulcro di riqualificazione urbana e sociale. Proseguite poi verso la Foz do Douro, il quartiere bene di Porto, per un pranzo sul lungomare. Consigliamo di fare una tappa alla foce vera e propria, dove il Rio Douro incontra l’oceano. Qui si trova il Farolim de Felgueiras: quando il mare è mosso è molto suggestivo (e a volte anche pericoloso) soffermarsi a vedere le onde sbattere sulle mura del faro. Per arrivare al quartiere della Foz dalla Casa da Música potete prendere l’autobus numero 502, che percorre tutta la grande Avenida da Boa Vista. Lungo la strada si possono fare alcune fermate intermedie: la prima è quella al Museo Serralves, un interessante museo di arte contemporanea.

Sulla destra invece ad una certa altezza inizia l’enorme Parque da Cidade, il più esteso parco urbano portoghese. A ne Avenida troviamo subito il forte del cosiddetto Castelo do Queijo: scendendo qui con l’autobus e lasciandosi il forte alle spalle si può costeggiare a piedi tutto il litorale del quartiere della Foz e trovare degli ottimi bar sulla spiaggia.

Una volta tornati in centro, per concludere in bellezza è d’obbligo una sosta alle cantine che si susseguono sulla sponda opposta del Douro, per assaggiare il miglior vinho do Porto e rinfrancare lo spirito! Vila Nova de Gaia è un comune autonomo a tutti gli effetti e si raggiunge agevolmente attraversando il ponte Dom Luis I su uno dei suoi due livelli (quello superiore ore sicuramente il panorama più grandioso). Una volta arrivati avrete l’imbarazzo della scelta, dato che praticamente ogni cantina organizza visite guidate combinate a una degustazione di questo ottimo vino liquoroso prodotto dalle uve provenienti dalla regione del Douro, le cui categorie base sono bianco, ruby e tawny.

Lascia un commento